Gallinari e il Rinascimento

Guardate Langstone Galloway, l’avversario di Gallinari. C’è un momento in cui smette di inseguirlo. Secondo lui non è necessario marcarlo, da quella posizione è innocuo. E poi mancano pochi secondi alla fine del primo quarto, troppo pochi per far male: la sirena fermerà tutto e congelerà Gallinari in un tentativo di contropiede che si schianta contro l’implacabilità del cronometro.
Grosso errore, perché Gallinari ha la giusta dose di sfrontatezza, incoscienza e fiducia nelle proprie qualità. Due palleggi, uno sguardo al canestro, che da metà campo sembra lontanissimo. Poi il Gallo salta e scocca un tiro perfetto (guardate la posizione delle braccia). La parabola tracciata dalla palla è rinascimentale e si conclude con il fruscio della rete. Ascoltatelo, prima che arrivi la sirena a suggellare il capolavoro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on Google+Email this to someone